skip to Main Content

   La cosa interessante del leggere la musica è che non si tratta di leggere, si tratta di interpretare quello che c’è scritto. Quando impariamo a leggere il solfeggio ritmico, impariamo ad associare a dei simboli delle durate specifiche e delle distanze specifiche tra le note. Ma la lettura non ci dice come suonare e come trasformare in musica quelle note.

   Per questo è necessaria l’interpretazione: interpretare quindi vuol dire essenzialmente creare e aggiungere quello che non c’è scritto.

   Infatti quando interpretiamo uno spartito non è sufficiente suonare le note che stiamo leggendo: se lo facessimo, la nostra lettura, per quanto precisa, risulterebbe antimusicale e totalmente sterile.

   Quello che dobbiamo fare è prendere la lettura, che è circa il 20% del totale di ciò che suoneremo, e aggiungere il restante 80%, interpretandolo. Ossia letteralmente inventandolo.

   Questo è l’obiettivo della prima metà del metodo.

   L’altra faccia della medaglia è l’arrangiamento: i due argomenti sono collegati perché per scrivere delle belle parti di batteria dobbiamo innanzitutto comprendere come interpretare le figure ritmiche sul nostro strumento e come trasformare un qualsiasi pattern/riff/idea in musica.

   Arrangiare una parte di batteria trovo sia uno degli aspetti più appaganti del fare musica con piatti e tamburi. Quando affrontiamo una canzone e siamo noi a dover creare, e ci viene assegnata una melodia, una struttura o una progressione armonica, c’è un momento in cui non esiste ancora niente, e in cui abbiamo il potere di inventare e dare al pezzo l’impronta che vogliamo.

   Quando ascoltiamo una canzone, a volte sembra di sentire cose semplicissime e viene da pensare che saremmo stati capaci di fare lo stesso o anche meglio.

   La realtà è che ascoltare il prodotto finito è una esperienza molto diversa dall’avere un foglio bianco sul quale dover scegliere che note suonare e come suonarle e perché.

   E’ per questo che creare delle parti e un arrangiamento è così inebriante: capiamo che le possibilità espressive sono infinite e che la batteria ha un ruolo enorme nello stabilire il senso del pezzo e caratterizzarlo in una certa direzione.

   Ovviamente, trattandosi di materie così articolate, imparare a interpretare e arrangiare richiede un lavoro su molti fronti diversi.

   Il programma di studio è concepito in modo da includere gli strumenti e tecniche più efficaci per coprire tutti gli aspetti che entrano in gioco:

– Interpretazione Ritmica e Letture.
– Soluzioni e Metodi di Interpretazione.
– Interpretazione di uno Spartito Musicale & Esempi.
– Spartiti per Allenarsi a Interpretare.
– I Tipi di Figura: Section e Ensemble.
– Il SetUp delle Figure Ritmiche.
– Esempi di Interpretazione & Setup nei Dischi (con Trascrizioni).
– Tecniche di Arrangiamento per Sviluppare Idee Ritmiche e Musicali.
– Evolution of a Groove: Profondità, Ampiezza, Densità.
– Drum Riff.
– Approcci alla Scrittura di una Parte di Batteria: Minimale, In Crescendo, Creativo.
– Arrangement Analysis.

   Il mio obiettivo era quello di creare una sintesi di contenuti di qualità che potessero fare la differenza nell’aiutare i batteristi a imparare come creare le proprie parti, ritmi e fills, parallelamente allo sviluppo di una solida comprensione di molte tecniche di interpretazione.

   In totale sono oltre 150 pagine e 3 ore e mezza di video.

   In questo estratto gratuito vorrei condividere con te 31 esempi scelti tra gli oltre 400 esercizi inclusi nel metodo. Ho arrangiato queste pagine in modo che siano una sorta di mini corso, che puoi usare per vedere subito risultati.

   Lo puoi scaricare qui:

   La trascrizione degli esempi, così come il sommario di tutti i contenuti, è inclusa in questo PDF di 16 pagine.

   Ogni esercizio è linkato al suo video dimostrativo su YouTube, a cui puoi accedere cliccando sulla trascrizione. Se vuoi dare un’occhiata all’intero video di 12 minuti puoi cliccare QUI.

   Per scoprire di più e per acquistare il metodo puoi visitare la pagina dedicata, qui:
‘Interpretation & Arrangement’ – Altitude Drumming – Volume 9


Share

var sc_project=12061666;
var sc_invisible=1;
var sc_security="5ed60a6f";

free web stats
Back To Top