skip to Main Content

   Diventiamo creativi col paradiddle! Come per tutto il resto, non si tratta di suonare il più velocemente possibile. Si tratta piuttosto di usare questo rudimento per fare musica ed esprimere noi stessi sulla batteria.

   In questo Pdf e video impareremo 11 modi per suonare il paradiddle singolo rovesciato, che trovo sia uno dei più interessanti.

   Applicheremo diversi concetti, usando un approccio che possiamo qui fare nostro e poi estendere a tutto ciò che stiamo studiando.

   Ho trascorso molto tempo a cercare di capire come si fa a sviluppare un proprio stile personale. Sono giunto alla conclusione che, a parte avere un certo time feel riconoscibile, gran parte della nostra unicità scaturisce dal modo in cui affrontiamo il fraseggio e sviluppiamo gli elementi di base uguali per tutti.

   E’ per questo che raccomando sempre di sperimentare con numerose varianti e idee per modificare qualsiasi esercizio.

   Li chiamo parametri: in pratica, si tratta del famoso ‘concentrarsi sul come, e non sul cosa’. Rendendo così le cose personali e trovando soluzioni musicali da includere nel nostro vocabolario.

   Finché arriviamo al punto in cui abbiamo uno stile unico e riconoscibile.

   Tuffiamoci quindi in questo studio e usiamo il paradiddle per vedere come funziona questo metodo.

   Impareremo a trasformarlo nei seguenti modi:

1- Aggiungendo accenti.

2- Orchestrandolo sulla batteria.

3- Aggiungendo delle dinamiche.

4- Disponendolo su diverse suddivisioni.

5- Inserendo dei raddoppi.

6- Sostituendo dei colpi tra mani e piedi.

7- Aggiungendo una o più note al disegno ritmico.
8- Mischiandolo ad altre idee.

9- Partendo in punti diversi della misura (permutazione).

10- Interpretandolo con cadenza shuffle.

11- Combinando diverse di queste idee.

   Ecco il Pdf:

   E qui c’è il link al video su YouTube. Puoi anche cliccare su ciascun esempio nel Pdf per accedere al punto esatto in cui viene suonato nel demo:

Applicazioni Musicali e Creative dell’Inverted Paradiddle

   E’ un workout impegnativo che ti suggerisco di far diventare una routine per tutti i tuoi studi. Ti permetterà di padroneggiare completamente le idee su cui stai lavorando.

   E’ incredible quante combinazioni si possono ottenere. Usa quelle che trovi trascritte come punto di partenza e poi sperimenta e creane di nuove, usando la tua immaginazione.

   Pensa al potenziale che può avere l’applicare questi concetti a tutto il materiale che ti capita di studiare! E’ così che si diventa più musicali e si sviluppa il proprio stile in maniera efficace.

   Inoltre, non dimentichiamo che un modo lo stesso validissimo di trovare soluzioni personali rimane quello di improvvisare, magari registrarsi, e quando ci si imbatte in qualcosa di bello fermarsi, trascrivere tutto, ed elaborarlo come visto.

   Se vuoi scoprire di più su questo approccio al suonare la batteria e al fraseggio, questi metodi Confident Drummer possono esserti d’aiuto:

   ‘Phrasing & Fills’ – Altitude Drumming – Volume 5
   ‘Drum Chops Mastery – Gospel Chops And Beyond’


Share



free web stats

Back To Top