skip to Main Content

   A chi non piace un bel fill di batteria? Purtroppo però non è così immediato suonare cose che funzionano. Non c’è bisogno che un fill sia complicato, veloce o d’effetto. Basta che sia musicale e interessante. Ma è proprio lì il difficile.

   Mi è sempre piaciuto imparare fill da dischi, video di batteria e anche concerti dal vivo, memorizzando un paio di idee alla volta o trascrivendole. Ci sono talmente tanti bravi batteristi da cui attingere!

   Al contrario ho invece raramente apprezzato fill pescati da libri di batteria: in genere sono rigidi, antimusicali e meccanici, cioè l’opposto di quello che ho sempre sentito fare ai miei batteristi preferiti.

   E’ per questo che ho passato parecchio tempo a mettere insieme un metodo interamente dedicato a un approccio fresco ai fill di batteria, chiamato ‘Phrasing & Fills’ e parte della serie Altitude Drumming. Nel caso te lo sia perso, puoi dare un’occhiata a un estratto gratuito a questo link.

   Qui vorrei condividere con te 14 semplici fill che sono per così dire ‘pronti all’uso’ 😉

   Li puoi imparare in fretta, in quanto la loro messa a fuoco non è la complessità del fraseggio bensì la diretta applicabilità musicale. Puoi letteralmente provarli la prossima volta che suoni una canzone e goderti subito i risultati.

   Sono molti i modi in cui i passaggi di batteria e il fraseggio possono venir organizzati. In questo caso ho scelto di raggruppare 7 fill binari (basati su ottavi e sedicesimi) e 7 ternari (basati su terzine e sestine), e inoltre di includere esempi che coprono diverse durate, per una maggiore versatilità.

   Ecco il PDF con le trascrizioni:

   Puoi anche guardare il video dimostrativo su YouTube se ti va, cliccando su ogni esercizio nel booklet.

   Come sempre possiamo applicare un certo numero di parametri a questi esempi. Nelle dimostrazioni ho suonato a BPM piuttosto lenti, per facilitare la comprensione di cosa succede.
   Ma sono efficaci a tutte le velocità, e inoltre suonati a diversi volumi.

   Per questo suggerisco di sperimentare con:

– Diverse velocità.
– Diverse dinamiche.
– Diverse orchestrazioni.
Diverse varianti.
– Diverse strutture musicali.

   Per concludere, ho un ulteriore compito da assegnarti: trascrivere da dischi, e imparare, tre nuovi fill a settimana, per un mese. Se farai di questa procedura un’abitudine noterai rapidamente un salto di qualità nella musicalità del tuo fraseggio.

   Risorse correlate:
‘Phrasing & Fills’ – Altitude Drumming – Volume 5
‘Drum Chops Mastery – Gospel Chops & Beyond’


Share

CdIta

Inserisci La Tua Mail Per Ricevere Aggiornamenti, Contenuti Esclusivi Gratuiti e News.

var sc_project=12061666;
var sc_invisible=1;
var sc_security="5ed60a6f";

free web stats
Back To Top