skip to Main Content

   Non fraintendermi, tutti questi nomi sono musicisti rinomati e con una solida carriera. Sono tutti batteristi di livello mondiale.

   E’ solo che sono talmente bravi che la mia sensazione è che siano in qualche modo sottovalutati e che meritino maggiore notorietà. In più sono convinto che rimanere aggiornati con nuove facce su cosa succede nella comunità dei batteristi, sia un ottimo modo di continuare ad evolvere e mantenere alta l’ispirazione.

   Ho scelto una manciata di nomi con l’intento di darti degli esempi di grandi musicisti che suonano la batteria.

   E’ questo che hanno tutti in comune. Alcuni di loro suonano in modo semplice, altri hanno chops pazzeschi. Alcuni sono specializzati in un solo stile e altri suonano con un approccio a 360 gradi. Ma sono tutti veri maestri del fare musica con la batteria.

   Per ciascuno di loro ho incluso una breve descrizione e un link a uno dei loro video, cui puoi accedere cliccando sul nome.

   In ogni caso ti invito a fare un po’ di ricerca e scoprire altri video e più informazioni. Inoltre, prova a identificare quali sono gli aspetti del loro modo di suonare che li rende così unici.

   Ho avuto la fortuna di studiare coi primi quattro di questa lista quando vivevo a New York! E gli sarò sempre grato per tutto ciò che mi hanno insegnato.

Mark Walker – E’ l’esempio perfetto del professionista consumato che può suonare qualsiasi cosa al più alto livello. E la sua comprensione dei linguaggi latin è fuori dal comune. Ha suonato con Michel Camilo, Paquito D’Rivera, Lyle Mays, Oregon e molti altri.

Martin Valihora – E’ impossibile mettere in parole il modo in cui suona Martin. E’ una persona spettacolare che ti fa rinnamorare della batteria ogni volta che lo senti. Dai un’occhiata alle sue performance con Hiromi Uehara, in uno qualsiasi dei video live che si trovano online, e capirai immediatamente cosa intendo.

Marko Djordjevic – Un vero mostro, un batterista incredibilmente talentuoso, tecnico e musicale. E’ molto personale nel suo suono e nel fraseggio, e i suoi assoli sono esplosivi e irresistibili. Ha suonato e registrato con una grande varietà di artisti, e inoltre con la sua band Sveti, per la quale scrive anche la musica.

Matt Johnson – E’ famoso per aver suonato con Jeff Buckley. La sua performance su ‘Grace’ è memorabile, dai un’ascoltata all’assolo che ha suonato in ‘Dream Brother’ per avere un’idea di quanto è bravo. Sta portando avanti una carriera straordinaria, collaborando con molti ottimi artisti come Rufus Wainwright e più di recente St.Vincent e Jade Bird.

Ari Hoenig – Ecco un batterista davvero unico. Tutto ciò che fa, dal punto di vista tecnico, musicale e creativo è completamente nuovo e personale. Melodie, poliritmi, indipendenza pazzesca, e tonnellate di pura espressione.

Tyler Zarzeka – E’ il tipo di batterista che quando lo ascolti è impossibile stare fermo. Sound e groove stellari, è molto solido, sicuro di sé, ha un gran gusto musicale e suona per la canzone. Non è un caso che artisti come Charlie Puth e Noah Cyrus l’hanno voluto in tour con loro.

Earl Harvin – A suo agio tanto nel jazz quanto nel pop, ha registrato e suonato in tour in molte situazioni di altissimo livello, come Seal, Jeff Beck, Damien Rice e Trevor Horn. Il suo stile è molto personale e pastoso, ed è lampante che per lui la canzone che sta suonando viene prima di ogni altra cosa.

Dave Mattacks – Non tutti lo sanno, ma questo batterista defilato ha suonato nientemeno che con due dei Beatles e con Elton John, Jimmy Page ed XTC, sono per citarne alcuni. La sua discografia è sconfinata e probabilmente ti sarà capitato di ascoltare senza saperlo il suo groove fluidissimo in qualche hit radiofonica.

Nir Z – Quando uno ha suonato coi Genesis e in un album di John Mayer, non hai bisogno di alcuna presentazione. E’ un richiesto session player ed è esattamente il tipo di batterista da ascoltare se vuoi imparare cos’è il groove.

Deantoni Parks – Alcuni musicisti suonano le batteria e altri semplicemente stanno reinventando ciò che il nostro strumento può fare. E’ un batterista eclettico e sbalorditivo, il suo fraseggio è pazzesco, e ha suonato con band fantastiche come i The Mars Volta.

   Prima di essere accusato di esterofilia, voglio ribadire questa verità nota a tutti gli addetti ai lavori: noi Italiani non abbiamo niente da invidiare ai grandi batteristi del resto del mondo. Ovviamente abbiamo un background culturale diverso, che tra l’altro è molto apprezzato, ma il livello di preparazione è altissimo e i molti nostri connazionali che sono rispettati a livello mondiale ne sono la prova.

   Qui voglio aggiungere alcuni nomi di batteristi che sono a mio avviso già in questa categoria, anche se ancora non troppo conosciuti.

Francesco Mendolia – Suona da anni con gli Incognito, e ha sostituito egregiamente Richard Bailey. Groove e capacità solistiche vanno di pari passo in questo fuoriclasse tutto italiano.

Fabrizio Cavallaro – Batterista potente e originale, tutto da scoprire e con molto da dire. Groove rilassato e tecnica stellare. Uno dei probabili nomi top dei prossimi anni.

Ricky Quagliato – Sound, tiro, tecnica, musicalità, versatilità. Non è un caso che pur giovanissimo abbia già un curriculum molto corposo. Da ascoltare, e seguire.

   Scommetto che ti sarà venuta una voglia pazzesca di studiare dopo aver visto questi portenti :). Torna a questa lista ogni volta che hai bisogno di sentire qualcosa di nuovo e motivante!

   E se decidi di andare in profondità su come diventare un musicista che suona la batteria, dai un’occhiata a queste risorse:

‘1 Month Drum Challenge’ – Corso di Batteria Gratuito
‘I 10 Principi del Musicista Che Suona la Batteria’
‘Altitude Drumming – Become A Musician Who Plays The Drums’


Share

var sc_project=12061666;
var sc_invisible=1;
var sc_security="5ed60a6f";

free web stats
Back To Top